I miei Lavori

Check Out Our Projects on Dribbble.

Chi Sono

Nicloas Teggi - Art/Phiolosophy.

Nicolas Teggi
John Doe

Nicolas Teggi

"L' inconscio è un elemento molto importante dell' arte moderna e penso che le pulsioni dell'inconscio abbiano grande significato per chi guarda un quadro."

(Jackson Pollock)

Sono Nicolas Teggi, bolognese doc dal 1993, anno della mia nascita nella città dalle intense passioni. Dalla mia gente ho ereditato l' amore per il calcio e il mondo dei motori. Infatti ho imparato a camminare calciando un pallone e in seguito ho militato nel Bologna dai 10 ai 18 anni.
La passione per le moto da cross e per le auto è stato il filo rosso che mi ha unito alle ultime tre generazioni famigliari tanto che, attualmente, ho un ruolo attivo nell’azienda dei miei genitori che ritengo essere un importante riferimento bolognese nel settore dell' automotive.
In un passato recente, sempre alla ricerca di nuovi stimoli, ho esplorato anche l’ambito musicale con scelte di nicchia che hanno aggiunto suggestioni alla mia esplorazione delle arti.

A scuola ho mostrato una mente pronta e reattiva, mi dicevano, ma ero poco interessato alla rigidità degli studi scientifici intrapresi; ed infatti li ho abbandonati per dedicarmi ad una formazione artistica e letteraria da autodidatta.
Ho conservato pochi ricordi della scuola, uno tra questi però è un richiamo all'attenzione durante le lezioni, che sistematicamente ascoltavo sì, ma scarabocchiando su ogni pezzetto di carta capitasse sul mio banco.
Alla ricerca del senso delle cose ho viaggiato molto, curioso di trovare la mia strada, di farmi contaminare da altre vite, altre scelte, altre menti, colori e traiettorie.
Credo di essere tornato a casa con un bagaglio esperienziale lucente, ma a volte scomodo e pesante da portare.
Tutte queste esperienze ancora mi accompagnano e le loro tracce sono forse intuibili in numerose delle mie opere. Di recente ho intrapreso una nuova sfida: il mio spazio di sfogo che anni prima era limitato a qualche brandello di carta, ora è diventato uno spazio 100 x 70 perché il quadro “parla“ e può descrivere tutte le sensazioni che uno scrittore riesce a raccontare con le parole.
Ho iniziato a schizzare la tela con violenza un po' ispirandomi a Pollock e un po' immaginando di prendere a pugni in faccia alcune ombre del mio passato.
I miei schizzi si sono poi evoluti in illustrazioni più piccole, allo stesso tempo pungenti e provocatorie, dove il bianco e il nero rappresentano contrastasti vitali. In piena esplosione creativa, ho voluto mettere nero su bianco la mia visione della vita con un’ instancabile apertura alla sperimentazione di tecniche e materiali differenti da cui ricevere impulsi artistici sempre nuovi.

Da completo autodidatta. dipingo utilizzando ed i spirandomi agli oggetti della mia quotidianità: il volante, i cerchioni, le giacche, le scarpe. Credo che, attraverso il gesto pittorico, ogni cosa possa nobilitarsi e diventare opera d’arte.
Ogni mio nuovo giorno è per l’arte perché con la pittura mi concedo di vivere le emozioni in piena libertà utilizzandola come strumento di espressione di senza il filtro delle convenzioni.
A volte mi capita di essere in preda ad una sorta di foga creativa, forse dettata dalla volontà di lasciare un segno.
Picasso diceva che “I colori, come i lineamenti, seguono i cambiamenti delle emozioni”.
Questo per me è senz’altro vero perché i miei sentimenti, nel momento creativo, assumono le sembianze di un colore o di un segno semplicemente orientati e gettati nello spazio bianco.
Questo bianco è un altrove di libertà espressiva che mi consente di entrare in un flusso; qui mi focalizzo esclusivamente su spazi e materiali e il tempo circolare mi sembra si trasformi in tempo transazionale per ”dirmi” e “dirci”.
E’ qui che riesco ad attingere a quella dimensione dell’inconscio dove miti, sogni, immagini mentali, suggestioni e ricordi si incontrano e prendono vita sulla tela attraverso un piacere espressivo che voglio rimanga innocente ed incontaminato.
E’ questo il momento vitale che mi permette di incontrarvi e conoscervi in una sorta di “socializzazione dell’inconscio”.

Contatti

Modulo Richieesta Informazioni.

I campi con l'asterisco * sono Obbligatori!

Autorizzo il trattamento dei mie dati personali secondo la legge sulla privacy d.l. 196/2003 *

Invia Messaggio

NICOLAS TEGGI